Il Parco innova le modalitÓ di sostegno alle manifestazioni sul territorio e lancia il civic crowdfu

 

 

Il sostegno del Parco alle manifestazioni e alle attività culturali e ricreative compatibili organizzate sul territorio da enti ed associazioni, ridottosi drasticamente negli ultimi anni per l'insufficienza delle risorse pubbliche dedicate, innova radicalmente i meccanismi di partecipazione e lancia il “Civic crowdfunding”.

Proprio al fine di costruire una piattaforma di eventi finanziabili grazie ai fondi raccolti tramite tale  modalità, è stato pubblicato sul sito web dell'Ente Parco, alla sezione Albo Pretorio, l'apposito bando di partecipazione, la cui scadenza è fissata al 16 maggio prossimo. Possono  presentare  istanza gli  enti pubblici  e  privati,  società  legalmente  costituite, associazioni,  comitati  ed  altre  organizzazioni rappresentative  di  interessi  diffusi  che  non  abbiano  scopo  di  lucro,  che  attuino  iniziative  ed  interventi  no profit nel  territorio  dei  44 Comuni  del  Parco, utilizzando unicamente i moduli alle gati all'avviso.

“Il civic crowdfunding – spiega il Direttore dell'Ente, Domenico Nicoletti - è una tipologia di crowdfunding il cui obiettivo è di coinvolgere i cittadini a finanziare e partecipare progetti sulla base di un'adesione etica e culturale. Essa appare dunque quanto mai congeniale alla dimensione del Parco e di tutte quelle realtà che nell'area protetta operano per promuovere una cultura della sostenibilità in sintonia con la missione dell'Ente”.
 
L'auspicio è di coinvolgere, oltre ai cittadini dell'area protetta e delle regioni del Parco, gruppi di interesse sempre più ampi, contando anche sull'apporto degli Amministratori per divulgare la  piattaforma  presso le associazioni degli abruzzesi all'estero.



 



Condividi

    



Commenta L'Articolo