BiodiversitÓ, evento a Campo Imperatore

 

 

 

 Si è conclusa con successo l’iniziativa “Racconto della biodiversità dell’Appennino”, patrocinata dall’assessorato all’Ambiente e organizzata dal Corpo Forestale dello Stato, dal Parco nazionale del Gran Sasso, dal Parco nazionale della Majella e dall’Università del Molise, con il patrocinio del Consiglio nazionale delle ricerche e l’adesione del Parco regionale Sirente-Velino. Durante l’evento, durato cinque giorni, ricercatori, ecologi e appassionati hanno percorso a piedi le montagne, dal Velino alla Majella, passando per il Gran Sasso, raccontando gli ecosistemi appenninici tra riserve naturali, parchi nazionali e regionali. In particolare, a Campo Imperatore si è svolto uno dei due “BioBlitz” previsti, nella stazione di ricerca ecologica a lungo termine (Lter) del Gran Sasso, nel corso del quale ricercatori impegnati nelle ricerche ecologiche di lungo termine su ecosistemi (Rete Lter-Italia) e biodiversità (LifeWatch) e semplici appassionati hanno censito specie vegetali, insetti, uccelli e mammiferi, e hanno constatato gli effetti dei cambiamenti climatici sui delicati e fragili ecosistemi di alta montagna degli Appennini. L’iniziativa è stata patrocinata dall’assessorato all’Ambiente del Comune e ricade tra le iniziative volte a far conoscere e promuovere sul territorio comunale la tutela ambientale e la salvaguardia della biodiversità e degli habitat caratteristici. Tra gli eventi patrocinati dall’assessorato all’Ambiente si segnala anche lo “Snowfinch Day”, organizzato dall’Ufficio territoriale della Biodiversità del Corpo Forestale dello Stato, che si svolgerà nella stazione ornitologica d’alta quota di Campo Imperatore sabato, dalle 8. L’iniziativa sarà un’occasione per conoscere le specie ornitologiche che popolano gli ambienti di altitudine del Gran Sasso e partecipare a diversi eventi che si svolgeranno nel corso della mattinata.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo