200 milioni di investimento per rilancio turismo, valorizzazione di Montecristo e Campo Imperatore

Un impegno forte in favore della ripresa sociale ed economica del bacino colpito dal sisma che potra’ sviluppare nel corso degli anni 200 milioni di investimento. Interessati i Comuni di L’Aquila, Rocca di Cambio, Rocca di Mezzo, Ovindoli, Lucoli e San Demetrio Ne’ Vestini. Con il protocollo d’intesa firmato oggi si pongono le basi per il miglioramento e potenziamento dei servizi locali grazie alla sinergia tra tutti gli attori coinvolti. Il Commissario delegato per la Ricostruzione e Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi ha firmato oggi a Roma il protocollo di intesa “per il rilancio dello sviluppo e la valorizzazione dell’area aquilana del cratere colpita dal terremoto del 6 aprile 2009, ai fini ambientali e turistici”, nella sala Verde di palazzo Chigi, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, e del Commissario vicario per la Ricostruzione, Antonio Cicchetti. Gli enti firmatari si impegnano a predisporre programmi di intervento organici per il rilancio, lo sviluppo e la valorizzazione del Comprensorio ambientale - turistico del Gran Sasso aquilano, compreso tra Montecristo e Campo Imperatore, e del Comprensorio ambientale - turistico del Velino - Sirente, compreso tra la Piana di Campo Felice, l’altopiano delle Rocche e il compendio montano della Magnola. Tali iniziative troveranno collocazione in specifici Accordi di Programma settoriali sulla base del Decreto Legislativo n. 267/2000 art. 34. “Il protocollo sottoscritto oggi - ha dichiarato il Commissario Chiodi - conferma un forte desiderio di rinascita dei territori colpiti dal sisma, che oggi cominciano a fare sistema in un’ottica di sviluppo integrato, con risultati realistici che non potrebbero mai raggiungere muovendosi autonomamente, come hanno fatto finora. Migliorano, quindi, le prospettive di rilancio economico, dai servizi commerciali e artigianali all’agricoltura e alla zootecnia di montagna e, soprattutto, al turismo estivo ed invernale. Si tratta di un piano di marketing territoriale che apre la strada agli investitori con un potente effetto moltiplicatore”.



Condividi

    



Commenta L'Articolo



18-02-2011 - Speriamo che sia l'inizio di una grande ripresa e di un grande futuro per la nostra cittÓ intera! FORZA L'AQUILA e forza GRAN SASSO!!!

ennio78

18-02-2011 - Io mi auguro che arrivi gente seria ad amministrare la nostra montagna e le risorse che destinano al suo sviluppo. Di chiacchiere se ne fanno tante ma i fatti restano sempre gli stessi.

gabry56