Anche Assergi onora i suoi Caduti nel 150° anniversario dell'unità d'Italia

Una cerimonia semplice, fortemente sentita da coloro che l'hanno organizzata e vi hanno partecipato per ricordare la ricorrenza dei 150 anni della proclamazione del Regno d'Italia. Gli Alpini di Assergi hanno deposto una corona d’alloro al monumento ai caduti in piazza San Franco. Hanno  preso parte  alla cerimonia, il consigliere Comunale Luigi Faccia in rappresentanza della municipalità, una rappresentanza del 9° Reggimento Alpini e i Carabinieri di Assergi. Sulle note dell’inno di Mameli, l’alzabandiera con l’immancabile Simone Mosca, a seguire il corteo della corona,  portata dai fratelli Domenico e Francesco Valeri, con le note struggenti della canzone del Piave. Il parroco di Assergi Don Giuseppe ha benedetto la corona, quindi la preghiera dell’Alpino recitata da Roberto Carpi e infine il silenzio. In tanti hanno sfidato la pioggia per partecipare alla cerimonia organizzata in memoria della nomina del primo Re d'Italia, il 17 marzo 1861. Un'occasione per riflettere sulla storia del nostro Paese, su quello che siamo stati, che siamo e che saremo, per riscoprire il sentimento di appartenenza alla nazione, la solidarietà umana e la coesione sociale, superando le difficoltà del nostro tempo rifacendoci ai principi del Risorgimento italiano. 



Condividi

    



Commenta L'Articolo



Categorie News

Cerca nel sito