IL PARCO SEMPRE PI┘ APERTO AL MONDO DELLA SCUOLA

Assergi 17/11/2011- E’ particolarmente ricco ed articolato quest’anno il quadro delle proposte di educazione ambientale offerte dal Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della laga. Autentico caposaldo di questo peculiare settore di attività dell’Ente è la consolidata e fortunata esperienza de “Il Parco in aula”, il quale, giunto alla sua decima edizione, offre una collaborazione formativa sulle tematiche ambientali a tutte quelle scuole, primarie e secondarie di  primo grado, che abbiano inserito nei rispettivi POF dei progetti di educazione ambientale.

A tal proposito sono un’ottantina le proposte formalizzate da qualificati operatori di educazione ambientale seriamente impegnati nel territorio protetto, come: Associazione Interpreti Naturalistici, Associazione Abruzzo 1573, CEA Scuola Verde, CEA Il Bosso, Cooperativa Ciefizom, CEA Gli Aquilotti, CEA La tana del Lupo, Marche Gest, Associazione Abruzzo Mountain Guides, Cooperative Pacha Mama e Integra, Scuola di escursionismo “Itinera” e Scuola di Escursionismo Naturalistico Gransassolagatrek.

I percorsi formativi, che sono scaricabili dal sito web dell’Ente Parco www.gransassolagapark.it, si caratterizzano per appassionanti e differenziati contenuti, che spaziano dall’acqua all’energia, dalla storia alle scienze, dalla fauna alla flora e alla geologia, dalle attività sostenibili al riciclo, dal gusto alla corretta alimentazione, dalla storia alle tradizioni e alle culture locali, prevedendo fasi laboratoriali e visite guidate, con l’obiettivo di un approccio scientifico ma anche sensoriale ed emozionale.

Le proposte della rete di operatori afferenti al Centro di Educazione Ambientale del Parco, oltre alle attività formative legate alle specifiche vocazioni dei Musei e dei Centri tematici che gestiscono e che da quest’anno sono pubblicate sulla guida nazionale al turismo scolastico “Didatour” (www.didatour.it), propongono anche approfondimenti sulle tematiche sviluppate dal Parco nell’ambito dei progetti Life, ovvero percorsi conoscitivi sul gambero di fiume autoctono (Life Crainat), sulle conseguenze dell’uso del veleno (Life Antidoto) e sui grandi carnivori con “Il Lupo insegna” (Life Ex-tra), proposte tutte visionabili sullo stesso sito web dell’Ente.

Lo sforzo di offrire una proposta educativa quanto più completa e stimolante per il mondo della scuola è stata salutata con soddisfazione dalla Direzione dell’Ente Parco per «l’interesse ed i grandi valori insiti nelle proposte, che sapranno stimolare nei ragazzi, cittadini di domani, l’attaccamento al proprio territorio e una coscienza vigile e partecipe sulla necessità di tutelarlo».
Un invito viene pertanto rivolto agli insegnanti, affinché prendano visione della proposta di educazione alla sostenibilità ambientale del Parco, valutando l’opportunità di una collaborazione ricca di interessi e di sicuri spunti formativi.
 



Condividi

    



Commenta L'Articolo