LUNGA MARCIA PER L'AQUILA 2014

Ci siamo, il 28 giugno dall'Aquila parte la terza edizione della Lunga Marcia, ideata dal Movimento Tellurico e sostenuta fortemente dalla Federtrek più altre tantissime associazioni. Quest'anno l'arrivo sarà a Roma il 6 luglio dopo 9 giorni di cammino in cui l'incontro con le  istituzioni locali e i cittadini rappresenterà un momento di forte sensibilizzazione per la prevenzione antisismica.

Si marcia per chiedere che la ricostruzione strutturale e umana dell'Aquila non può attendere oltre e che tutto il territorio italiano ha necessità di essere messo in sicurezza e tutelato con apposite misure legislative mettendo da parte la logica delle grandi opere.

Il 28 giugno i cittadini aquilani consegneranno ai marciatori la Pergamena delle 99 Cannelle - proprio dinnanzi l’omonima fontana - un estratto dalla Cronica in versi di Buccio di Ranallo, aquilano di Poppleto del XIII-XIV secolo, narrante la storia della città dell’Aquila dalla sua fondazione al 1362.:

“ … per non essere sottomessi vollero la libertà…”
”…Fecero la città solleciti e uniti, anni mille ducento cinquanta quatro…”

Quella storia di audacia e amore narra ancora la fontana della Rivera, le cui acque sgorgano da 99 cannelle  e cantano di tempi antichi quando il desiderio di libertà ha indotto sudditi senza diritti a divenire cittadini arbitri del proprio destino. L’impegno e l’integrità morale sono il segreto per ben costruire e ricostruire e l’acqua della bicroma fontana da secoli narra di alterne costruzioni e distruzioni e della tenacia di un popolo che mai si è arreso.

A tale forza che spinge alla vita è affidato il compito di trasmettere l’intento di organizzatori e partecipanti alla Lunga Marcia per L’Aquila:

1. Mai dimentichi che l’uomo deve adeguarsi alle leggi della natura, che sia data la priorità assoluta agli stanziamenti di spesa su opere di manutenzione diffusa del territorio e del suo patrimonio storico, architettonico e archeologico, prima che alle grandi infrastrutture, a partire da un piano per la ricostruzione materiale e sociale dell’Aquila e del cratere;
2. che sia avviata una concreta politica nazionale per interventi di miglioramento e/o adeguamento sismico, a partire dalle scuole e dagli edifici pubblici strategici e speciali e che incentivi quelli sul patrimonio edilizio esistente privato con una legge ordinaria che preveda la totale detraibilità fiscale degli interventi realizzati a tal fine nonché forme di accesso agevolato al credito anche per le piccole e medie imprese
3. che sia contestualmente avviata una campagna di livello nazionale di formazione e informazione continua per la diffusione della cultura della prevenzione antisismica con il coinvolgimento e partecipazione di tutte le scuole di ogni ordine e grado e delle comunità locali in tutte le forme organizzative, che sottolinei anche l’importanza  delle specificità dell’ambiente e del territorio.

In sinergia con la Festa della Creatività 2014 a L’Aquila, la Lunga Marcia per L’Aquila 2014 è organizzata dal Comitato promotore della Lunga Marcia per L'Aquila, una rete di organizzazioni per la prevenzione antisismica.
Coordinano: Movimento Tellurico e FederTrek.
Aderiscono: ANPAS Lazio, Archeoclub, Associazione Amici dei Monti Ruffi, Associazione Camminando con Stefano, Associazione Nazionale Alpini, Associazione Tavola Rotonda, Bibliobus, CAI L'Aquila, [email protected], Circolo Querencia, Ethnobrain, Circolo Naturalistico Novese, CooperAction, FIAB Roma NaturAmici, GAS Castel Madama, Gruppo Alpini M. Iacobucci, Italia Nostra, Insieme per L'Aniene, ITC - Cnr L'Aquila, Legambiente, Movimento Lento, Panta Rei, Policentrica Onlus, Sentiero Verde, Sipem Marche, Tivoli, TFF Turismo Uisp, Università dell'Aquila Dipartimento Scienze Sociali, WWF.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo