Eclissi Solare, tutti con il naso all'insù...

 

 

 

Tantissimi sono stati i curiosi che hanno goduto dello spettacolo astronomico tra Sole e Luna: l’appuntamento, che coincide con la fine dell’inverno, è partito stamattina a ridosso delle 9.30. L'eclissi è stata totale solo per alcune regioni Artiche mentre in Italia è stata parziale, diversa a seconda della latitudine, da un massimo del 67% al Nord fino a un minimo del 39% al Sud.


Anche nei Laboratori del Gran Sasso in tanti si sono muniti delle opportune protezioni per ammirare l'eclissi dal vivo: occhiali e filtri adatti all'osservazione diretta del sole.


L'intera eclissi è durata circa 2 ore: il picco di copertura del disco solare è arrivato intorno alle 10.22 a Cagliari, 10.31 a Roma (più o meno lo stesso orario in Abruzzo), 10.38 a Trieste, dopo di che la Luna è scivolata lentamente via fino ad abbandonare completamente il Sole.
La giornata cosmica continua grazie all'equinozio di primavera.
  Oggi infatti e' il giorno in cui Terra, Luna e Sole sono protagonisti di una danza cosmica, un "passo a tre" che pero' non avviene in sincrono.
Infatti, l'attimo preciso di questo equinozio di primavera sara' alle ore 23,42, quando cioe' la Terra raggiunge il punto dell'orbita del Sole, scendendo il piano dell'eclittica fino al punto in cui interseca l'equatore celeste nel punto "vernale", il punto cioe' in cui i raggi del Sole arrivano sulla Terra paralleli all'Equatore terrestre.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo



Categorie News

Cerca nel sito